Soirée Rossini al Festival della Valle d’Itria

Lo scorso 18 luglio si è svolta, presso il Festival della Valle D’Itria di Martina Franca, la Soirée Rossini, il concerto celebrativo in onore di Gioachino Rossini nel 150° anniversario della sua scomparsa.

Simone Di Crescenzo in compagnia del giovane astro russo del violino Yury Revich, del clarinettista tedesco Nicolai Pfeffer e del soprano Maria Aleida, ha interpretato un programma interamente dedicato a Rossini, attraverso il quale il pubblico ha potuto sperimentare quelle atmosfere e suggestioni tipiche delle originali Soirées musicali dell’800. Sono state eseguite le due grandi variazioni di bravura di Paganini per violino e pianoforte tratte dai temi della Cenerentola e del Tancredi,  le trascrizioni di De Bériot su temi da Aureliano in Palmira e Armida, le trascrizioni di bravura e fantasie di Tarkmann e Müller su arie del Maometto II e del Barbiere di Siviglia per clarinetto e pianoforte, alcune arie d’opera rossiniane tratte da Aureliano in Palmira e Maometto II e arie da camera tratte dalle Soirées Musicales e dai Péchés de vieillesse. In questa occasione il Basso Michele Pertusi, ospite d’onore della serata, ha ricevuto il Premio Belcanto “Rodolfo Celletti” 2018.

“…Così, come in quel grande salotto, in pieno ottocento, il soprano Maria Aleida, il clarinetto di Nicolai Pfeffer, il violino di Yury Revich, tutti accompagnati dal pianoforte di Simone Di Crescenzo hanno potuto dilettare e far dono ai presenti della loro arte con brani di Paganini, Tarkmann, Muller e dello stesso Rossini. Grande successo per tutti, bravissimi, prodigiosi e capaci di coinvolgere emotivamente i presenti. Questa serata è stata anche occasione per la consegna del Premio Rodolfo Celletti consegnato al basso Michele Pertusi…”

“…Il concerto celebrativo, che riunisce un cast di caratura internazionale, vedrà protagonisti il violinista Yury Revich…e il pianista, musicologo e studioso del Belcanto Simone Di Crescenzo. Ospiti speciali della serata la soprano Maria Aleida e il clarinettista Nicolai Pfeffer […] Una Soirée ispirata a quelle che si svolgevano nella prima metà dell’Ottocento il cui programma musicale, interamente dedicato a Rossini, vedrà l’alternarsi di brani vocali e trascrizioni strumentali…”

“…Simone Di Crescenzo e altri musicisti di fama internazionale permetteranno di rivivere una di queste Soirée Rossiniane […] Un cast d’eccezione per un Rossini tutto da riscoprire, che non mancherà di qualche sorpresa…”

“…Di Crescenzo ha raccolto un gruppo di artisti che dedicheranno un’intera serata al Cigno di Pesaro […] L’aspetto più straordinario della Soirée Rossini è il programma musicale che vedrà l’alternarsi di Arie da camera tratte dai suoi Péchés de vieillesse, a trascrizioni basate su suoi celebri motivi, realizzate dai più illustri virtuosi dell’Ottocento […] Un evento singolare, dunque, per il florilegio di artisti che vi parteciperanno, per l’eccezionale proposta di interpreti e per la location elegante e ricercata…”

Da Rossini a Paganini: storie di amicizie senza tempo

“…Un pianista amante del Belcanto e un virtuoso violinista, che da alcuni mesi lavorano per gettare una nuova luce su due delle figure più straordinarie del panorama musicale italiano ed Europeo del primo Ottocento: parliamo di Gioachino Rossini e Nicolò Paganini […] Questa duratura amicizia d’altri tempi è la chiave del progetto proposto da Revich e Di Crescenzo nel corso della loro attuale collaborazione artistica. Un progetto inaugurato al Museo del Duomo di Firenze nel marzo di quest’anno e che proseguirà il 18 luglio prossimo a Martina Franca (TA) con la Soirée Rossini, evento che il Festival della Valle d’Itria ha dedicato al ‘Cigno di Pesaro’ in occasione del 150° anniversario della sua morte…”

“…In Italia, uno dei giovani più attivi in questa difficile ricerca è il pianista Simone Di Crescenzo […] Alcuni risultati di questa infaticabile ricerca saranno presentati da Di Crescenzo nel corso della Soirée Rossini, che si terrà il 18 luglio nell’ambito del Festival della Valle d’Itria di Martina Franca..un programma artistico innovativo, ricco di scoperte e di riscoperte, quello che verrà presentato nel corso della Soirée Rossini…”

“…Il Festival propone la Soirée Rossini, un concerto celebrativo del compositore, con un cast internazionale di grande caratura: il violinista Yury Revich, il pianista Simone Di Crescenzo, la soprano Maria Aleida, il clarinettista Nicolai Pfeffer e il basso Michele Pertusi […] Abbiamo incontrato il Maestro Simone Di Crescenzo, pianista e interprete raffinato, apprezzato a livello internazionale, che ci ha raccontato il suo rapporto con la musica rossiniana, con il Belcanto, e ci ha spiegato la Soirée Rossini…”